bandiera francese
Version Française
Logo albero genealogico Farabegoli bandiere inglese
English Version
Spaziatore Farabegoli

L'origine del nome:
Quando nel 2003 mi venne l'idea per questo sito la prima domanda che mi posi fu: "ma da dove viene il nostro cognome ?"

Io gia un'idea me l'ero fatta poi Enzo Farabegoli mi inviò la seguente email:

Come saprai, l'origine del cognome è longobarda (fara = villaggio, città), e i toponimi si trovano, in modo discontinuo, dalla Lombardia all'Abruzzo,
ma anche fino alla Campania.
La mia famiglia veniva da una casa (venduta circa 25 anni fa), ubicata presso Cesena, e risalente all'incirca al 1750.
A loro volta, venivano (pre-trisnonni miei) da una casa più vecchia, del 1600, ubicata nei pressi della Madonna del Monte di Cesena.
Da quanto so, da questa casa si è staccato anche il ramo che si trova presso Cesenatico (e Cervia).

Un'altra fonte mi dice questo:

Farabegoli è cognome specifico del forlivese, ravennate e cesenate, potrebbe derivare dall'unione del termine longobardo fara (comunità), unito al vocabolo dialettale begoli, per il quale si può ipotizzare il significato di bachi, ma la cosa più probabile è che invece derivi dal termine medioevale begolo o begolardo (uomo di corte, buffone, pagliaccio), termine di cui abbiamo un esempio d'uso nel Reggimento de' principi di Egidio Romano del 1288: "..Appresso die guardare che elli doni per bene quello che elli dona, e non per altra cosa. E tutte le volte che 'l re od altri dona ai begolardi o agli uomini di corte, o a cui ellino non debbono, ellino non sono più larghi né liberali. Ché i giocolari e i bordatori, e molte maniere di genti debbono meglio essere pòvari che ricchi...", in questo caso il cognome assumerebbe il senso di buffone di corte o del villaggio.

Ora che abbiamo ritrovato diversi documenti del 1500 dove il nostro cognome non era Farabegoli ma Frabegoli ed è solo all'inizio del 1600 che Frabegoli scompare del tutto e si trasforma in Farabegoli si presenta un'altra ipotesi che il cognome derivi dalla composizione di Fra (fratello) begolo (buffone di di corte) in poche parole "fratello buffone".........
quale sarà la versione giusta ?
L'origine della famiglia

Una volta trovata l'origine del nome la seconda domanda era: "ma da dove proveniamo ?"
una email di Manuela Farabegoli, cugina di Enzo confermava le mie supposizion:
"Riguardo alla diffusione nel cesenate mi è stato riferito da un cugino, che un suo amico si è trovato ta le mani in un archivio, notizie di un certo Farabegolo Farabegoli, maestro comacino che avrebbe lavorato nella costruzione del duomo di CESENA ?!!"


Il vocabolario Zingarelli mi spiega che comacino significa "dalla provincia di Como" e che i maestri comacini erano:
"Architetti e/o artigiani lombardi famosi per tutto il medio evo" combinando ciò con l'etimologia longobarda di Fra/Fara è quasi automatico concludere che le nostre radici siano nel Comasco in Lombardia e che Frabegolo Frabegoli discendente di un buffone di corte si spostò dalla zona di Como a quella di Cesena per lavorare al duomo di Cesena

Se tutte le supposizioni fatte si confermassero significherebbe che le nostre radici si trovano addirittura in nord europa perchè secondo la cartina pubblicata qui sotto i longobardi sono originari della Sassonia e io, che abito nella Frisia, (una regione che si estendeva dal nord dell'Olanda al nord della Germania) sono tornato praticamente alle origini.

Duomo di Cesena
Duomo di Cesena
I Farabegoli Longobardi
La migrazione dei Longobardi
Se mi mettesi a lavorare un po di immaginazione, io vedrei...... Frabegolo Frabegoli che arriva a Cesena, comincia a scolpire gli angioletti e i rosoni che adornano il duomo di Cesena, un giorno incontra una bella "burdela rumagnola" capelli neri, seno procace, mette su famiglia
e i suoi discendenti iniziano a popolare il cesenate e piu tardi tutti gli angoli del continente.... io penso non sia solo fantasia.....
(ho messo un paio di fatti in fila in una pagina dedicata a Frabegolo per dimostrare le mie teorie clicca qui per aprirla)
Le "chicche" storiche del prof. Giampiero Savini
Nome: Documento:   Supposionie deduzioni:
Frabegolo Frabegoli 30-7-1602 A.D.Ce. Giud. Mod. 100, c. 26R
In questo documento Frabegolo figlio di Girolamo e probabile nipote del Frabegolo nostro capostipe viene definito "mastro" (come si pensa lo fosse il nonno) e chiede che Rinaldo Armuzzi e don Sebastiano Righi gli paghino finalmente il debito di 100 bolognini.
Frabegoli Tomaso 17-9-1659 A.D.Ce. Cancelleria Moderna 47 c.c.n.n. Tomaso, figlio di Girolamo nato nel 1602, dichiara davanti al tribunale lo stato di celibato dell'amico mastro Bernardino Mattiazzi (muratore ben documentato nelle cronache di Cesena: così mi riferisce il prof. Savini); egli afferma di conoscerlo dall'età di 7 anni; alla domanda su quale sia la sua professione,Tomaso risponde: "Faccio i fatti miei". Questa frase vuole significare lo stato di agiatezza diTomaso il quale, in poche parole, ha soldi sufficienti per vivere di rendita senza dipendere da nessuno.

Don Andrea Frabegoli Libro dei battesimi del duomo di Cesena 1554 Don Andrea Farabegoli è cappellano nel duomo di Cesena e il 29-9-1554 inizia a battezzare e lo farà per i seguenti 2/3 anni; mi si dice che per diventare prete e fare gli studi appropriati ci volevano soldi; da ciò si deduce che Andrea o aveva uno "sponsor" o era figlio di una famiglia che aveva una certa disponibilità economica.
Don Giovan Battista Frabegoli 28-2-1604 A.D.C. Giudizio Moderno 722 cc.n.n. In data 28-2-1604, Don Giovan Battista Frabegoli - sacerdote del duomo di Cesena - testimonia del litigio tra diversi preti tra cui:
Giustiniano Beccari, Nicola Barberi, Giulio Aldini, Giuseppe Belletti.
Secondo la sua deposizione, i suoi colleghi
"facevano un bordello et chiaccara nella sagrestia del duomo di Cesena durante lo svolgimento della funzione".
Don Giovan Battista Frabegoli 25-1-1602 A.D.C. Giudizio Moderno il documento datato 25-1-1602 ritrovato dal prof. Savini (A.D.CE. Giudizio Moderno Querele e Costituzioni Criminali 1601-1602) ci riferisce un fatto davvero singolare.........
Frabegoli Andrea fedifrago 8-5-1595 A.D.C Devo confessare che leggendo il documento non ho trattenuto la risata.....
Tutti i documenti indicano finora che i nostri progenitori erano di sicuro membri di una famiglia agiata e, probabilmente, il capostipite Frabegolo Frabegoli aveva lasciato ai figli una consistente eredità, per cui la teoria che lui fosse una mastro comacino è più che attendibile.
Ciò che ancora rimane da capire è chi fosse realmente e , soprattutto, perchè ad un certo punto il capitale dei Farabegoli fu dilapidato.
I discendenti delle generazioni successive di cui abbiamo ricostruito l’esistenza risultano essere tutti dei contadini che lavorano "sotto padrone".

La diffusione in Italia
Questa piantina dell'Italia mostra come i Farabegoli siano distribuiti sul territorio Italiano

diffusione in Italia
Gentilmente inviato da Farabegoli Mauro - Zagarolo (Roma)
La diffusione nel mondo
diffusione in Europa

Per ora:

in Olanda
in Germania
in Inghiltera
in Francia
in Portogallo

diffusione nel mondo

Per ora:

negli Stati Uniti d'America
in Venezuela
in Australia

 
 
L'origine della mia famiglia
Negli archivi della chiesa di San Giorgio abbiamo trovato libri risalenti al 1600 chiamati "lo stato delle anime", questi libri altro non sono che il censimento che la parrocchia di San Giorgio di Cesena faceva per "contare" le persone, divise per casolare, che vivevano nella diocesi,
il gruppo piu vecchio fino ad ora trovato è quello datata 1742 di Farabegoli Giovan Battista, dall'eta annotata dietro al suo nome si deduce che era nato nel 1701.
Viveva, con la famiglia nel casolare numero 32 di proprieta della santissima Comunita della Torre, (clicca qui per maggiori informazioni)
Sito Farabegoli La storia

Nella chiesa di San Giorgio abbiamo consultato il primo libro dei battesimi che va dal 1681 al 1708 e li non compare nessun Farabegoli
mentre nel secondo libro, che va dal 1709 al 1744, troviamo, a partire dal 1723, battesimi di Farabegoli per cui è probabile che, attorno al 1720,
un ceppo dei Farabegoli si sia spostato (probabilmente dal ceppo che risiedeva nella diocesi della Madonna del Monte) nella diocesi di San Giorgio in Piano.


Col ritrovamento del certificato di morte di Carlo Farabegoli 1778-1858 sappiamo che suo padre
si chiamava Giuseppe per ora, pur avendo dei Giuseppe nati attorno al 1720
non abbiamo prove per indicarne uno in particolare, il problema è nel nome delle mogli

Farabegoli Giuseppe Caterina Antonielli
Farabegoli Giuseppe Domenica Manguzzi
Farabegoli Giuseppe Bertoni Anna

ora o sono tre Giuseppe differenti o è lo stesso che si è sposato 3 volte la cosa pero che che mi mette in dubbio
e che Carlo figlio di Giuseppe e di Anna Bertoni è nato nel 1778 e che
come si vede qui sotto nel terzo libro dei battesimi che va dal 1744 al 1790 Carlo non compare

Sito Farabegoli La storia

per cui ci sarebbe anche la possibilita che Carlo si sia trasferito a Montaletto da un'altra diocesi di certo è che nel documento di Cristoforo Farabegoli
si dice che il ragazzo mori dei mesi 15 nel podere del sig. Corradi alla villa Montaletto
per cui ora è certo che i Farabegoli sono legati a Montaletto da circa 3 secoli.



Poi nell'aprile del 2009 mi arriva un nuovo documento...... I Farabegoli da Ruffio a Montaletto

 

Questo documento è per noi una vera scoperta, o meglio una conferma di una teoria che ci frullavva per la testa.
Visti i tanti Farabegoli ritrovati nei documenti della diocesi di San Giorgio ritenevamo che la nostra famiglia fosse arrivata li nella meta del 1600,
la cosa strana pero è che avevamo trovato molti atti di nascita dell'inizio del 1700 di diversi Farabegoli ma di Carlo Farabegoli (morto il 19-7-1858) e di suo figlio Giovanni (morto il 22-6-1873) solo i certificati di decesso e che tra i diversi Giuseppe (nome del padre di Carlo) di cui avevamo documenti c'era solo il Giorgio Giuseppe nato a San Giorgio nel podere Della Torre il 16-9-1747 che in teoria poteva essere il padre di Carlo, ebbene grazie ad Enzio Strada, ed al documento che ci ha fornito le ricerche delle origini della nostra famiglia hanno preso tutta un'altra direzione.

Che Carlo fosse nato sotto la diocesi ed il comune di Cervia era la cosa piu logica, in fondo i poderi a nord (comune di Cesena) e a sud (comune di Cervia) della strada comunale tra Pisignano e Villalta chiamata Via Confine hanno visto spesso il passaggio di famiglie tra un podere e l'altro e di conseguenza tra un comune di residenza e l'altro, ma anche questa teoria era sbagliata Carlo nasce a Ruffio paesini dal quale il padre si trasferi a Cervia nel 1800 e la cosa ancora piu interessante è che con questo documento conosciamo ora anche il nome del nonno di Carlo e cioè.... Carlo di cui lui ha rinnovato il nome, è anche probabile che il nome della nostra famiglia "I Carlett" non sia dovuto al Carlo nato nel 1781 ma a suo nonno nato a Ruffio.


Sito Farabegoli La storia

I Farabegoli da Cesena a Ruffio

Arriviamo cosi al 4 marzo 2010 ed è un'altra giornata memorabile, una volta appurato che la famiglia proveniva dalla zona di Ruffio e dopo vere avuto la possibilità di consultare i libri di tale parrochia abbiamo avuto la fortuna di ritrovare in un colpo solo 3 generazioni e se prima eravamo alla ricerca di Carlo da Ruffio
ora siamo alla ricerca di Francesco da Cesena in fatto, secondo questo stato delle anime del 1684 il padre di Carlo nato nel 1633 è Francesco da Cesena.
Sito Farabegoli La storia

Secondo una ricerca fatta nel 1972 e che purtroppo è andata persa coltiviamo le stesse terra da piu 250
ma alla luce dei documenti pubblicati qui sopra ora sappiamo che il ceppo dei Farabegoli detti Carlett
arrivarono nella zona di Montaletto all'inizio del 1800 e che nel 1835 Carlo e Goivanni si trasferirono dal podere dei Roverella sotto il comune di Cervia al podere in via Melona sotto il comune di Cesena per cui sono ben 175 anni che coltiviamo le stesse terre e che tutt'ora c'è un Farabegoli sempre nello stesso podere "al Montaletto" che continua la tradizione contadina,grazie agli ultimi documenti ritrovati sappiamo anche che i Farabegoli sono coloni e braccianti gia dal 1600

Sito Farabegoli La storia
Quarto a 4 anni
Sito Farabegoli La storia
Quarto nel 2006
  La casa colonica costruita forse nella meta del 1600
da dove sarebbero derivati tanti Farabegoli del mio ramo


Sito Farabegoli La storia
se vuoi vedere piu foto della casa clicca qui

La mia famiglia a Montaletto e le sue storie



Alla luce di nuovi documenti ricevuti da Enzio Strada abbiamo scoperto che Giuseppe Farabegoli arrivo a Montaletto da Ruffio nel 1800
Montaletto un piccolo centro rurale in Emilia Romagna situato a cavallo tra i comuni di Cervia, Cesenatico e Cesena, Montaletto è diviso in due borghi detti:

  • Motaletto scuole sulla statale 71bis tra Cervia e Cesena
  • Montaletto chiesa sulla strada comunale tra Pisignano e Villalta


Si pensa che il nome significhi "piccolo monte" anche perchè il territorio dove è sorto (Montaletto chiesa) era più alto rispetto al resto.
Il fabbricato di fronte alla chiesa,
per piu di 50 anni di proprieta della mia Famiglia,
(clicca qui per aprire l átto notarile di compera del 1936 da parte di mio nonno Primo)
fu fatto costruire dalla famiglia Locatelli nel sedicesimo secolo forse sui resti di una villa di caccia ancora piu antica certo è che durante lo scavo di diverse fondamenta sono stati ritrovate resti di tombe e anche monete romane.

Interessante è il contenzioso tra la famiglia Locatelli col vescovo di Cervia cosi abilmente descritto da Enzio Strada nel libro su Montaletto da lui pubblicato.

Sito Farabegoli La storia


Perche la nostra famiglia sia sopranominata "carlet" è ora certo visto che è Carlo uno dei Farabegoli piu vecchi ritrovati
del resto il nome si ripete nella famiglia con mio padre, per cui lui tra gli amici non era conosciuto come Carlo Farabegoli ma bensi come Carlo at"carlet".


Di sicuro nel futuro ci sara tanto lavoro di ricerca da fare per scavare il più profondo possibile nella storia della nostra famiglia, io conto, per questo, nell'aiuto sicuro dello zio Demus e di suo cugino Quarto e di chiunque abbia notizie interessanti sui Farabegoli.
Usando solo la memoria dei Farabegoli ancora viventi siamo, all'inizio, risaliti al mio bis-bis nonno Farabegoli Agostino e grazie ai documenti ritrovati nella diocesi di San Giorgio di Cesena siamo risaliti ancora di diverse generazioni: Giovanni, Carlo, Giuseppe poi grazie al contributo di Enzio Strada abbiamo trovato un documento che certifica il nome del padre di Giuseppe e cioe Carlo proveniente da Ruffio ed ora, grazie ai documenti di Ruffio abbiamo raggiunto le 13 generazioni ma è sempre lla memoria familiare che ci da certezza sul nome della persona che determinò, alla fine del 1800, la divisione della famiglie e del podere coltivato in due parti: Farabegoli Pietro.

Pietro detto "Pirin" fratello di Agostino prese, agli inizi del 1900, due nipoti con se, Adamo Farabegoli dello la "Ciena" e Farabegoli Giuseppe detto "Ristin" e edifico la nuova casa ad un tiro di schioppo dalla casa paterna.


Sito Farabegoli La storia
La casa, a differenza dell'altra è stata recentemente rinnovata ed è ora un bellissimo esempio di tipica casa colonica romagnola.
Sito Farabegoli La storia
Questa è una foto della casa del 1600 con nello sfondo a sinistra la casa costruita nel 1900

Sito Farabegoli La storia

Fu cosi che grazie a "Pirin"da allora si parlo dei
"carlett ad ciora"( i carlett di dopra) e dei
"carlett at sotta" (i carlett di sotto)

Nella foto accanto si vede Secondo Farabegoli classe 1920 che ha vissuto nella stessa casa fino al 2007, accanto a lui mio zio Demos Farabegoli.


Qui sotto vedete il censimeto del 1905 che mostra i due gruppi familiari le case portavano rispettivamenete il numero 289 e 290
i miei familiari erano mezzadri sotto la proprieta Giovanni Gentili
Sito Farabegoli La storia
qui sotto una mappa data ca 1900 ritrovata nell'archivio storico di Cesena sottolineati in rosso sono:

il nome di Montaletto chiesa e i due poderi di prorpieta di C. Gentili
Sito Farabegoli La storia

Qui sotto una mappa degli anni attorno al 1945 con le due casi dei "Carlet"

Sito Farabegoli La storia

Tommaso nipote di Pirin resto nella vecchia casa
ed ebbe 4 figli ed una figlia

  • Romeo (che continuo la tradizione contadina della famiglia)
  • Francesco (che si trasferi a Cervia)
  • Sante (che alla notizia che si sarebbe dovuto trasferire in un altro podere si suicido impiccandosi ad un albero nell'orto accanto la casa)
  • Santa (che si sposo con un Benaglia)
  • Primo (il mio nonno)


In teoria Primo come primogenito avrebbe dovuto continuare la tradizione famigliare ma anche a causa di una salute non perfetto decise nel 1926 di prendere in affitto l'osteria con tabaccheria e negozio di allimentari annesso davanti alla chiesa di Montaletto nel 1935 compro il tutto spendendo l'astronomica cifra di 11000 lire.

Parlando con Enzio Strada (autore del libro "Villa Inferno un po della nostra storia, un po della nostra gente") sono venuto a conoscenza del fatto che il fabbricato con annessa chiesa venne costruito dai marchesi Locatelli di Cesena

Spero, in un prossimo incontro con lui, di approfondire la storia del palazzo dove io sono stato concepito, sinceramente e con orgoglio io mi definisco il perfetto abitante di Montaletto concepito nel gennaio del 1952 a Montaletto Chiesa, nato nel settembre del 1952 a Montaletto Scuole dove i miei genitori si trasferirono poco prima della mia nascita.

Sito Farabegoli La storia
Il bisnonno Tommaso
con il nonno Primo


 

 



freccia sito Farabegoli ritorna

© Farabegoli Fiorenzo   Ringraziamenti   Mappa del sito